PROROGA PRESENTAZIONE DOMANDE DI FINANZIAMENTI PER RISTORO DANNI ALLE IMPRESE PROVOCATI DAL MALTEMPO ( 28 OTTOBRE - 5 NOVEMBRE 2018)

Sulla base del  Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2019 e con comunicazione del 4 giugno 2019 da parte di tutte le  associazioni datoriali ( tra cui anche la CNA Associazione) al presidente Riccardo Riccardi, si avvisano le imprese che è stato prorogato di un mese il termine per la presentazione delle domande relative ai finanziamenti per ristoro danni a seguito degli eventi accaduti dal 28 ottobre al 5 novembre 2018.

Le aziende devono essere  iscritte e attive al Registro delle Imprese della CCIAA competente per territorio e devono inoltre o sono proprietarie, al momento dell’evento, dell’immobile, sede dell’attività economica produttiva (o che costituisce l’attività), o in alternativa, sono diverse dal proprietario ma, al momento dell’evento,  avevano stabilito nell’immobile danneggiato sede dell’attività economica produttiva (o che costituisce l’attività).

Le unità immobiliari devono essere localizzate nei Comuni delimitati ai sensi del Decreto del Commissario delegato DCR/4/CD11/2019 di data 02/05/2019.

Ai sensi del comma 2 dell’art. 4 del DPCM 27 febbraio 2019, i finanziamenti sono destinati a investimenti relativi:

  1. a) alla ricostruzione in sito dell'immobile distrutto nel quale ha sede l'attività o che costituisce attività;
  2. b) alla delocalizzazione, previa demolizione dell'immobile distrutto nel quale ha sede l'attività o che costituisce attività, costruendo o acquistando una nuova unità immobiliare in altro sito della medesima regione se la relativa ricostruzione in sito non sia possibile: 1) in base ai piani di assetto idrogeologico o agli strumenti urbanistici vigenti; 2) in conseguenza di fattori di rischio esterni e per i quali, alla data di presentazione della domanda di finanziamento di cui all'art. 5, non risultino programmati e finanziati interventi di rimozione dei predetti fattori di rischio;
  3. c) al ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso;

I finanziamenti sono concessi secondo i seguenti parametri:

1) per la  ricostruzione nel medesimo sito o la delocalizzazione in altro sito e il ripristino strutturale e funzionale dell'immobile, il finanziamento è concesso fino al 50% della spesa ammissibile, il cui limite massimo è pari ad Euro 450.000,00;

2) per il ripristino o la sostituzione degli impianti danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso, il finanziamento è concesso fino all'80% della spesa ammissibile, il cui limite massimo è pari ad Euro 450.000,00;

Per accedere ai finanziamenti, le aziende interessate  presentano domanda, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia fiscale (imposta di bollo), entro il 5 luglio 2019, esclusivamente a mezzo PEC, della CCIAA competente per territorio ai seguenti indirizzi:

Per le imprese del territorio di Pordenone: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Per le imprese del territorio di Udine: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Per le imprese del territorio di Gorizia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Per le imprese del territorio di Trieste: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Per ulteriori informazioni contattare Luca Sgobino allo 0432/616925.

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti. Continuando la avigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più vedere l'informativa estesa Privacy Policy.

Accetto i cookies da questo sito