CNA Ambiente - SISTRI: proroga doppio regime fino al 31/12/2016

Con il Decreto Legge 30 dicembre 2015 n. 210 denominato "Milleproroghe 2015" sono stati prorogati fino al 31/12/2016 il "doppio regime" e le sanzioni per la violazione delle regole di funzionamento del SISTRI.

Quindi per tutte le aziende che gestiscono rifiuti (produttori, trasportatori, ecc.)

continuano ad applicarsi gli adempimenti e le sanzioni del Testo Unico Ambientale, relativi a:

  • MUD;
  • Registro di carico e scarico cartaceo;
  • Formulario d'identificazione.

Durante lo stesso periodo, e quindi fino al 31/12/2016, il SISTRI, per i soggetti tenuti ad iscriversi è operativo, ma continuano a NON applicarsi le sanzioni per la violazione delle regole di funzionamento del sistema.

Rimangono vigenti le sanzioni relative agli obblighi di iscrizione ed anche sul mancato pagamento del contributo SISTRI il cui termine scadrebbe il 30 aprile.

 

Si ricorda che i soggetti tenuti a iscriversi al SISTRI sono:

  • -         Enti o imprese, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi, se hanno più di 10 dipendenti.
  • -         Enti o imprese che raccolgono o trasportano rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale a prescindere dal numero di dipendenti.
  • -         Enti o imprese che effettuano operazioni di trattamento, stoccaggio, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti urbani e speciali pericolosi a prescindere dal numero di dipendenti.
  • -         I nuovi produttori (sono i gestori che dall’attività di trattamento di rifiuti “producono” altre tipologie di rifiuti) che trattano o producono rifiuti pericolosi.

 

 

 

Marco Valzacchi

04/01/2016

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti. Continuando la avigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più vedere l'informativa estesa Privacy Policy.

Accetto i cookies da questo sito