La piccola rivoluzione di Cna Fvg Paolo Brotto: un cambiamento necessario e auspicato

Si chiude un anno travagliato, per l'economia e anche per la stessa CNA, che ha effettuato il passaggio della sua organizzazione verso la regionalizzazione. Un cambiamento radicale, una piccola "rivoluzione" che vede finalmente unite intanto le prime tre province (Gorizia, Pordenone e Udine concludono le procedure subito mentre Trieste entrerà in un secondo momento). "C'è la buona intenzione di tutti di far funzionare questa importante modifica del sistema CNA - annuncia il presidente regionale CNA Fvg Paolo Brotto -, sia a livello nazionale che locale. Siamo sempre più determinati e convinti, era un cambiamento necessario e auspicato".

Leggi tutto: La piccola rivoluzione di Cna Fvg Paolo Brotto: un cambiamento necessario e auspicato

CNA FVG - Il presidente nazionale della CNA Daniele VACCARINO in visita alla CNA del Fvg

Negli uffici di Udine, in via Verona, Vaccarino ha incontrato i vertici regionali della CNA Fvg, tutte le categorie e i dipendenti. La metamorfosi della CNA dopo la crisi, i settori da rilanciare, il patrimonio da valorizzare, i doveri delle istituzioni, lo scenario futuro delle PMI. La metamorfosi della CNA dopo la crisi, i settori da rilanciare, il patrimonio da valorizzare, i doveri delle istituzioni, lo scenario futuro delle PMI. Di questo e molto altro ha parlato il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino, in occasione della visita alla CNA del Fvg. Negli uffici di Udine, in via Verona, Vaccarino ha incontrato i vertici regionali della CNA Fvg (dal presidente Paolo Brotto al segretario Roberto Fabris), tutte le categorie e i dipendenti. Un confronto e uno scambio di idee che ha toccato sia temi interni all'associazione che la visione del futuro dell'economia nazionale.

Leggi tutto: CNA FVG - Il presidente nazionale della CNA Daniele VACCARINO in visita alla CNA del Fvg

Proteste per l'obbligo di pagamento col POS oltre i 30 euro -

CNA Gorizia e Confartigianato Gorizia:  "un ulteriore balzello per gli artigiani,  una tassa che va a beneficio delle banche"  "Oltre alle innumerevoli spese che già gravano sulle spalle degli artigiani ci mancava pure questo balzello". Maurizio Meletti, presidente della CNA di Gorizia, assieme al presidente di Confartigianato di Gorizia Ariano Medeot, nel corso di una riunione congiunta per discutere dei problemi relativi a questo nuovo adempimento così commentano l'obbligo per imprese, lavoratori autonomi e professionisti di dotarsi del Pos, il sistema di pagamento elettronico mediante carte di credito e bancomat per gli importi superiori ai 30 euro. Per il momento non è prevista alcuna sanzione per chi non si adegua, "ma è prevedibile che arrivi - dicono Meletti e Medeot -, ci costringono a sopportare ulteriori e inutili spese, di fatto è una vera e propria nuova tassa".

Leggi tutto: Proteste per l'obbligo di pagamento col POS oltre i 30 euro - 

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti. Continuando la avigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più vedere l'informativa estesa Privacy Policy.

Accetto i cookies da questo sito