Parola d’ordine, semplificare

La Cna Fvg ribadisce le priorità del settore al neogovernatore Debora Serracchiani

Meno burocrazia, razionalizzare la spesa pubblica


La regione Fvg ha scelto un nuovo governo guidato da Debora Serracchiani, 42 anni, già europarlamentare e segretario regionale del Pd, avvocato romano, friulana d’adozione.
Nella sua giunta, coerentemente con il taglio dei costi della politica annunciato in campagna elettorale, solo 8 assessori dell’età media di 50 anni, con un equilibrio perfetto, oltre che nella suddivisione tra sessi (4 donne, più la presidente), nella copertura  territoriale: due esponenti per ciascuna provincia della regione.
Con l’era Serracchiani si apre anche quella del «superpresidente »:
il neogovernatore si tiene infatti le non facili deleghe alle  infrastrutture, ai trasporti, alla mobilità, alle relazioni  internazionali e alle politiche per la montagna.

Leggi tutto: Parola d’ordine, semplificare

Accentrare per una Cna più forte

Il presidente provinciale Udine e reggente Cna Fvg Coppeto fa il punto sulla confederazione.

Difficile coinvolgere gli imprenditori nell’attività sindacale.


Tra la primavera e l’estate 2013 in Fvg la confederazione va al rinnovo dei propri organi a tutti i livelli. Il lavoro della Cna provinciale di Udine sarà quello più impegnativo, considerata la presenza di numerose zone territoriali; in vista delle assemblee elettive abbiamo sentito il parere del presidente provinciale, Nello Coppeto (che in questa fase, a seguito della decisione di Denis Puntin di candidarsi alle regionali del Fvg con Debora Serracchiani, è anche il reggente della presidenza Cna regionale), sullo stato attuale dell’organizzazione, sulle prospettive future e su come la Cna si pone rispetto a quanto sta accadendo a livello politico e istituzionale ha sempre meno tempo e voglia di riunirsi, ed è comprensibile, visti i tempi sempre più difficili che stiamo vivendo».

Leggi tutto: Accentrare per una Cna più forte

Patto stabilità, il nodo va sciolto - Meno burocrazia, più autocertificazione, maggiori sinergie

Puntin: troppe opere in stand-by. Le priorità di Cna Fvg per ridare fiducia agli artigiani
Patto stabilità, il nodo va sciolto - Meno burocrazia, più autocertificazione, maggiori sinergie

Chi pensava che il 2012 fosse stato l’annus horribilis dovrà purtroppo ricredersi. Il periodo di difficoltà e precarietà continua all’insegna dell’incertezza, come testimoniano anche gli ultimi fatti politici. La Cna, riflettendo su quanto si è fatto e su cosa bisogna con urgenza portare avanti, traccia uno scenario possibile della categoria, avanzando le prioritarie proposte per poter ridare fiducia al mondo artigiano.
A partire dal patto di stabilità, che sta bloccando nelle casse comunali risorse preziose per le pmi, penalizzando soprattutto il settore edilizio. «La regione deve trovare il modo di intervenire», dichiara il presidente regionale Cna Fvg Denis Puntin, «normando o prospettando mezzi propri, per sanare la piaga che sta generando il patto di stabilità nelle piccole amministrazioni, enti che posseggono mezzi finanziari ma che non possono utilizzare.

Leggi tutto:  Patto stabilità, il nodo va sciolto - Meno burocrazia, più autocertificazione, maggiori sinergie

Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti. Continuando la avigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più vedere l'informativa estesa Privacy Policy.

Accetto i cookies da questo sito